Sito di Interesse Comunitario “Monte della Stella”

Con la sua caratteristica forma di cono rivolto verso il mare, ad ovest della valle dell’Alento, il Monte Stella, con i suoi 1130 metri di altezza, appare a chi proviene da nord il primo rilievo montuoso di grandi dimensioni del  Cilento.

Con una variazione altimetrica che va dai 500 metri s.m.l. ai 1130, il SIC si estende per 1179 ettari, rientrando nella tipologia dei siti “montano‐collinari”;

ne fanno parte, in diversa misura, i comuni di Stella Cilento, Omignano, Sessa Cilento, Serramezzana, Pollica e San Mauro Cilento.

Il territorio presenta una copertura boschiva molto estesa (boschi di leccio, spesso misto a roverella e orniello) che cede il posto, alle quote più basse, alle colture di olivo e a rari frutteti.  Nell’area sommitale la copertura è costituita in prevalenza da ontani e biancospini. La presenza del cerro, un tempo più diffuso, è ormai limitata a poche zone. Sono estesi i castagneti. 

Nel SIC sono presenti anche arbusteti termomediterranei, con il corbezzolo arbustivo, la cicerchia di Giordano, il lentisco, l’erica, il mirto, etc., mentre la gariga è caratterizzata da ginestre e ginepri.

Ricca l’avifauna: tra i rapaci migratori spicca la presenza del nibbio bruno, dell’albanella reale, del falco pellegrino e dell’aquila minore.

Tra le possibili minacce all’ambiente si possono citare episodi di erosione del suolo, incendi boschivi, inquinamento genetico, raccolta incontrollata di funghi e tartufi, agricoltura (per l’uso di biocidi, ormoni e prodotti chimici), disturbo antropico.

L’accessibilità al Sito è garantita da una fitta rete sentieristica.

Fonte:
Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni
Progetto “Life Natura”
Piano di gestione del SIC “Monte Sacro e dintorni”